CIPE: finanziati investimenti per 16,6 miliardi – 18 dicembre 2008

Il Cipe, Comitato interministeriale per la programmazione economica, si è riunito oggi a Palazzo Chigi, presieduto dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

Il Cipe ha deliberato una prima assegnazione di 7,3 miliardi di euro al Fondo Infrastrutture, previsto dal decreto anti-crisi, 185/2008. Le risorse provengono dal Fondo per le aree sottoutilizzate assegnato alle amministrazioni centrali. In linea con quanto stabilito dalla legge, l’85% dei finanziamenti è destinato al Mezzogiorno.

A questi stanziamenti, si aggiungono altri 2,3 miliardi previsti dal decreto anti-crisi ed ulteriori 7 miliardi di risorse private e project financing.

Il totale degli investimenti finanziati ammonta a 16,6 miliardi.

Una quota dei 2,3 miliardi sono stati destinati dal Cipe al finanziamento della sesta tranche del Sistema Mose di Venezia. Approvato anche il progetto preliminare dell’autostrada tirrenica Rosignano-Civitavecchia, con un costo di 3,8 miliardi interamente a carico dei privati.

Nell’ambito delle misure a sostegno delle aziende, sono stati destinati 70 milioni di euro del Fondo per il finanziamento delle piccole e medie imprese in difficoltà; una misura che consente l’attivazione di finanziamenti per almeno 700 milioni di euro. La delibera prevede anche una semplificazione delle procedure per l’accesso al Fondo.

Il Cipe ha provveduto al riparto del Fondo nazionale per la Montagna (50 milioni) ed ha approvato assegnazioni di fondi in materia sanitaria.

Definito inoltre il piano di misure compensative per i siti che ospitano scorie radioattive e approvato il completamento del programma di metanizzazione di Reggio Calabria.

Infine, il Commissario governativo per l’Expo di Milano, Letizia Moratti, ha illustrato lo stato di avanzamento delle opere da realizzare entro la fine del 2014, indicando i progetti da approvare nel 2009, con il relativo fabbisogno finanziario