Il Cipe ha approvato misure per la ricostruzione dell’Abruzzo e per le infrastrutture strategiche –

                                                17 Dicembre 2013

         Si è svolta oggi la nona seduta del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica del Governo Letta, presieduta dal Presidente del Consiglio. Il Sottosegretario alle infrastrutture e ai trasporti, Rocco Girlanda, ha svolto le funzioni di Segretario.
Al fine di garantire la prosecuzione della ricostruzione a seguito del Sisma Regione Abruzzo, il CIPE ha:

  • rimodulato le assegnazioni per la ricostruzione nel settore beni culturali e per spese obbligatorie (e in particolare per la messa in sicurezza degli edifici), di cui alla delibera CIPE n. 135/2012;
  • preso atto dell’utilizzo, da parte dell’Ufficio scolastico regionale d’Abruzzo, di risorse finanziarie residue per 5,8 milioni di euro ex OPCM 3979/2011 per le attività relative ai prossimi anni scolastici;

Relativamente al Programma delle infrastrutture strategiche (PIS), il Comitato ha reiterato il vincolo preordinato all'esproprio sugli immobili interessati dalla realizzazione dell’intervento “Quadrilatero Marche - Umbria – Piano di area vasta (PAV) - Aree leader”, i cui progetti preliminari sono stati approvati con delibera n. 101/2006, ad eccezione degli immobili della “Area leader Foligno – Servizi alla piastra logistica”. Il CIPE ha inoltre reiterato il vincolo preordinato all’esproprio relativo all’intervento “Potenziamento infrastrutturale della linea Bari - Taranto, raddoppio tratta Bari S. Andrea – Bitetto”, e approvato nuovamente il progetto definitivo dell’opera, ai soli fini della dichiarazione di pubblica utilità.

Il CIPE ha individuato nel Comune di Susa il soggetto aggiudicatore delle opere e misure compensative dell’impatto territoriale e sociale della nuova linea ferroviaria Torino – Lione ricadenti nel territorio comunale e ha preso atto dell’incremento del costo di 3,64 milioni di euro delle opere di “priorità 1”, opere finanziate a carico di Stato, Provincia di Torino e Regione Piemonte.

Nell’ambito del Fondo Sviluppo e Coesione (FSC), il CIPE ha prorogato al 30 giugno 2014 il termine di assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti previsto dalla delibera CIPE n. 14/2013, con riferimento agli interventi finanziati con le delibere nn. 62 e 78/2011 e nn. 7, 60 e 87/2012. Per gli interventi finalizzati al contrasto del rischio idrogeologico, di cui alla delibera n. 8/2012, il Comitato ha prorogato il termine al 31 dicembre 2014. Inoltre il CIPE ha approvato la parziale rimodulazione della programmazione regionale delle risorse del 2007-2013 della Regione Siciliana che ha destinato al concorso alla finanza pubblica 513 milioni di euro per il 2013.

Il CIPE ha approvato l’aggiornamento del contratto di programma “Consorzio Programma Porto di Napoli S.c. a r.l.”, riguardante investimenti nei settori dell’industria navale, della logistica portuale e del turismo nel territorio del Comune di Napoli

Il Comitato ha ripartito tra le Regioni a statuto ordinario e la Regione Sicilia, 2 milioni di euro per il finanziamento di un progetto interregionale denominato “Piano di monitoraggio per la ricerca delle diossine negli alimenti di origine animale”, a valere sulla quota del Fondo sanitario nazionale 2011.

Il Comitato ha approvato la rimodulazione delle somme assegnate al settore agricolo, nell’ambito delle disponibilità del Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca, spostando a favore di contratti di filiera e di distretto la somma di 14.048.998,25 euro, originariamente destinati a operazioni di riordino fondiario.

----------------

Fonte: sito del Governo