Consiglio dei Ministri n. 9 del 20 Gennaio 2017

 Il Consiglio dei ministri si è riunito oggi, venerdì 20 gennaio 2017, alle ore 11.19 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Paolo Gentiloni. Segretario la Sottosegretaria alla Presidenza Maria Elena Boschi.

*****

STATO DI EMERGENZA, STANZIATI 30 MILIONI PER I PRIMI INTERVENTI URGENTI IN ABRUZZO, LAZIO, MARCHE E UMBRIA

Estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottata con la delibera del 25 agosto 2016

In conseguenza degli eventi sismici dello scorso 18 gennaio e degli eccezionali fenomeni meteorologici che nella seconda decade di gennaio hanno colpito i territori di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni, ha deliberato l’estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottata con la delibera del 25 agosto 2016 e autorizzato un ulteriore, primo stanziamento, di 30 milioni di euro destinato a far fronte esclusivamente ai primi urgenti interventi di soccorso legati alla fase di emergenza. Lo stanziamento andrà a valere sulle disponibilità del Fondo per le Emergenze Nazionali.

Il Consiglio dei ministri ha inoltre analizzato le gravi conseguenze che gli stessi eventi sismici e meteorologici stanno determinando nel settore agricolo e in quello zootecnico, a sostegno dei quali verranno disposti con la massima urgenza appositi interventi.

*****

AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA, RAZIONALIZZATE LE PROCEDURE

Regolamento per la semplificazione delle procedure per l’autorizzazione paesaggistica per gli interventi di lieve entità (decreto del Presidente della Repubblica – esame definitivo)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, ha approvato in esame definitivo un regolamento, da adottarsi con decreto del Presidente della Repubblica, che semplifica le procedure per l’autorizzazione paesaggistica per gli interventi di lieve entità, ai sensi dell’articolo 12 del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 luglio 2014, n. 106, come modificato dall’articolo 25 del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n. 164.

*****

DIPORTO NAUTICO, AL VIA LA DIGITALIZZAZIONE DEI REGISTRI

Attuazione del sistema telematico centrale della nautica da diporto (decreto del Presidente della Repubblica – esame preliminare)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio, ha approvato in esame preliminare un regolamento, da adottarsi con decreto del Presidente della Repubblica, per l’attuazione del sistema telematico centrale della nautica da diporto.

Nello specifico, il regolamento norma le modalità di attuazione del Sistema Telematico Centrale della Nautica da Diporto (SISTE), disciplinando l’informatizzazione della tenuta dei registri di iscrizione delle unità da diporto, attualmente gestiti in formato cartaceo in ciascun circondario marittimo, attraverso la loro completa informatizzazione e la devoluzione delle relative competenze ad un’unica autorità centrale competente su tutto il territorio nazionale. Inoltre viene introdotta la digitalizzazione del rilascio dei documenti di navigazione e viene prevista come misura di semplificazione la dematerializzazione dei contrassegni relativi ai contratti di assicurazione per la responsabilità civile verso i terzi, in analogia con quanto previsto per il settore delle assicurazioni RCA.

*****

ACCORDI INTERNAZIONALI

Accordo rafforzato di partenariato e cooperazione con la Repubblica del Kazakhstan (disegno di legge)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, ha approvato un disegno di legge di ratifica ed esecuzione dell’accordo rafforzato di partenariato e di cooperazione tra l’Unione Europea e i suoi stati membri, da una parte, e la Repubblica del Kazakhstan, dall’altra, firmato a Bruxelles il 16 novembre 2015 e ad Astana il 21 dicembre 2015.

************

Fonte: sito del Governo